giovedì 21 giugno 2018

AMERICAN NIGHTMARE. REPUBBLICA.IT, 21 GIUGNO 2018


Un gigantesco Donald Trump torreggia accigliato sopra una bambina piccolissima e in lacrime. "Benvenuti in America", è il titolo della copertina dell'ultimo numero del settimanale americano Time. Un'immagine forte, costruita sulla fotografia che negli ultimi giorni è diventata un po' l'icona dell'ultima drammatica vicenda di migrazione che sta coinvolgendo gli Stati Uniti. La piccola dalla giacca rosa è una bambina honduregna di 2 anni che il fotografo premio Pulitzer John Moore ha catturato nel momento della reazione disperata di fronte agli agenti che stavano per portare via sua madre, al confine tra Messico e Texas. Dopo che il fotografo ha scattato questa immagine la donna e la sua piccola sono state portate in un centro di smistamento dove, con ogni probabilità come è accaduto per altre centinaia di famiglie in questi mesi, sono state separate e detenute in diversi centri. "È stato duro per me scattare questa foto - ha detto Moore a Time - Avrei solo voluto prenderla in braccio, ma non potevo"


venerdì 18 maggio 2018

LAVORO E AUTOMAZIONE ENTRO IL 2050. P. MASTROLILLI, Sfida fra uomini e robot: entro il 2050 un terzo dei lavoratori americani sostituito da androidi, LA STAMPA, 17 maggio 2018

Un terzo dei lavoratori americani tra i 25 e 54 anni d’età sarà rimpiazzato dai robot entro il 2050. Ciò provocherà fortissime tensioni sociali, favorendo ancora di più l’ondata populista. Fin qui le previsioni allarmanti, che in parte già conoscevamo. Nello stesso tempo, però, esistono aziende che stanno già sfruttando al meglio questa tendenza storica, usando le macchine per i compiti più facili e ripetitivi, e assumendo esseri umani per quelli più complessi. La chiave è prepararli per i nuovi lavori, e assistere quelli che comunque non riusciranno a superare indenni la fase della transizione.

VIOLENZA MADE IN USA E DOPO TRUMP. DA LA REPUBBLICA.IT e VANITY FAIR 18 maggio 2018


Foto da LA REPUBBLICA del 18 maggio 2018


Foto da VANITY FAIR del 18 maggio 2018


Foto da LA REPUBBLICA del 18 maggio 2018